Avvocato Diritto del Lavoro: intervista all'avvocato Campisi Filippo

filippo-campisi-avvocato-diritto-lavoro-vercelli

Ci racconti in poche parole la sua storia professionale:

Ho iniziato a fare praticantato con l’avvocato Roberto Scheda a fine anni 80, poi però a un certo punto a fine 1990, ebbi un ritorno di fiamma per un vecchio amore, il giornalismo, risalente ai tempi del liceo e dell'università, quando collaboravo con il giornale La Sesia di Vercelli. Iniziai così a collaborare con La Stampa ma nel 1994 tornai a fare la professione nello Studio dell'avvocato Edmondo Dibitonto di Vercelli, diventando Procuratore Legale nel 1995, dopo l'esame sostenuto presso la Corte d'Appello di Torino, continuando poi a collaborare con quello studio per 11 anni dal mio ingresso.

Nel 2005 ho iniziato l’attività in proprio insieme al collega avvocato Alberto Gianella, che era stato mio compagno di università, nello Studio fondato dell’avvocato Pier Mario Vallaro, un altro avvocato molto noto a Vercelli, e nel 2006 ci siamo trasferiti in piazza Zumaglini dove siamo tutt’ora.

Quando e perchè ha deciso di “specializzarsi”/lavorare prevalentemente in un settore ben preciso?

Posto che il settore ben preciso è quello del Diritto del lavoro posso dire che questo  fu l’ultimo esame che diedi all’università Statale di Milano, ove ebbi la “fortuna” di avere il Prof. Spagnolo Vigorita che era particolarmente bravo e che quindi mi fece “innamorare” della materia, grazie anche a dei seminari che frequentai e che alimentarono la mia passione per la stessa. Successivamente, quando andai a lavorare dall’avvocato Dibitonto ebbi una seconda fortuna: questi, infatti, aveva un'esperienza di molti anni in tale materia, cosicché potei riprendere a lavorare, oltre che in un po' tutti gli ambiti del Diritto Civile, prevalentemente, sotto la sua guida, in quello del Diritto del Lavoro.

Nel 2005 quando aprii il mio Studio decisi di occuparmi del settore che mi piaceva di più e in relazione al quale mi sentivo più preparato, cosicché continuai, da quel momento in poi con sempre maggiore prevalenza, ad occuparmi delle problematiche connesse al rapporto di lavoro, sia dei lavoratori, sia delle aziende.

Ha ottenuto benefici da quando si è “specializzato”/lavorato in un ambito specifico? Se si quali?

Lavorare in un ambito ben specifico, che - va chiarito - non costituisce tecnicamente una specializzazione fino a quando il titolo di specialista non venga riconosciuto nel rispetto di quanto al riguardo previsto dalla Legge sull'Ordinamento della Professione Forense, consente, a mio avviso, un aggiornamento professionale mirato e più approfondito. In questo modo lo svolgimento della professione diventa più facile e anche più appassionante. Il secondo vantaggio è che ciò permette di avere contatti con colleghi anche molto affermati di tutta Italia, nell'ambito di una sorta di "rete" di giuslavoristi; contatti che, a mio avviso, consentono, attraverso l'approfondimento dello studio dei casi e delle novità legislative e giurisprudenziali, una maggiore crescita professionale.

Altro vantaggio è che, talvolta, il cliente che arriva in studio ha già conoscenza del settore di prevalente svolgimento della mia attività professionale ed è percepibile che, per ciò, manifesta fin da subito fiducia. Ciò è impagabile, anche se tale fiducia bisogna poi dimostrare, ogni volta, di meritarla.

Ha avuto problemi nel dichiarare la sua “specializzazione”/ il suo settore in cui prevalentemente lavoro e, nel caso, come li ha risolti?

Nessun problema, ma il "rovescio della medaglia" rispetto a quanto ho appena detto sui clienti che arrivano avendo già conoscenza del mio settore di attività prevalente è che qualche volta è capitato che clienti ai quali dicevo che la questione che mi sottoponevano non potevo trattarla perché non riguardante il Diritto del Lavoro mi guardavano con stupore, evidentemente pensando di trovarsi di fronte a una sorta di mezzo avvocato. La mentalità che l'avvocato deve sapersi occupare di un po' tutto è risalente e radicata ma, a mio parere giustamente, pian piano sta scomparendo.

Il futuro, anche, e soprattutto, per i giovani colleghi che oggi si affacciano alla professione, a mio avviso non può che essere quello dell'investimento su uno, massimo due, settori del Diritto, possibilmente arrivando a fregiarsi del titolo di specialista a norma della legge sull'ordinamento professionale, per poter offrire un'assistenza il più qualificata possibile. Ritengo che questo sia il solo modo per resistere alla sfida di una professione sempre più numerosa e anche destinata a breve ad assistere allo sviluppo di grandi studi costituiti in forma societaria, con soci anche non avvocati ma di soli capitali.

Come è cambiata la sua vita lavorativa da quando ha intrapreso la strada da della “specializzazione”/ lavorare in un ambito ben preciso?

Lo dico semplicemente: mi diverto di più. Il Diritto del Lavoro è bello, in continua evoluzione ed è, oltre a ciò, una cartina tornasole dei cambiamenti della società in cui viviamo perché ogni giorno ti porta a ragionare sul contemperamento tra i diritti, entrambi garantiti dalla Costituzione, alla libera iniziativa economica privata e al lavoro, che deve essere innanzitutto dignitoso in ogni fase del suo svolgimento perché la persona si realizza soprattutto attraverso il lavoro. Mi consente un esempio? Lo Statuto dei Lavoratori, del 1970, è secondo me una delle leggi più importanti della nostra storia repubblicana, una sorta di Costituzione del lavoro. Non so se occuparsi di Diritto del Lavoro fa essere dei buoni avvocati ma sono certo che rende cittadini migliori.


Studio Legale CAMPISI e GIANELLA
Piazza Zumaglini, 2
13100 Vercelli
Tel. 0161.502419 - 217515
Fax. 0161.503211
E-mail segreteria: studiolegalecampisigianella@gmail.com

Vota:

Domande frequenti

Sei sicuro di poter lavorare, ancora e solo, di passaparola per acquisire nuovi clienti?

Sei sicuro di poter lavorare, ancora e solo, di passaparola per acquisire nuovi clienti?

Nonostante la percezione diffusa che il settore legale viva ancora solo di strumenti commerciali tradizionali, i clienti che hanno bisogno di un avvocato cercano, si informano e trovano le soluzioni ai propri problemi sul web. Esattamente come fai ogni giorno anche tu.

La concorrenza è sempre più agguerrita e il tempo sempre minore.
Ad esempio cercando “avvocato a Milano” ci sono 860.000 pagine che parlano di avvocati a Milano tuoi potenziali concorrenti su Google; oltre 1.320.000 a Torino.

La rete è diventata uno dei principali veicoli di ricerca e di informazione.
Non tutti hanno un avvocato o un amico a cui chiedere consigli. Ad esempio “avvocato divorzista milano” viene ricercato su Google, di media, 500 volte al mese. Perchè non raggiungere anche questi clienti sul web con una corretta strategia di marketing?

Perchè dovrei lavorare solo su un ambito ben preciso ?

Perchè dovrei lavorare solo su un ambito ben preciso ?

Perchè così come in moltissimi altri ambiti, si diventa lo “specialista” e il “punto di riferimento” nella propria città.

Quando un cliente potenziale avrà un problema, troverà solo te come soluzione efficace e migliore per la sua esigenza.

Quando ti contatterà avrà già compreso la tua professionalità specifica e unica e su questa baserà la sua scelta, e non più solo ed esclusivamente sul prezzo.

Lavorando solo su una o due tipologie di cause perdo la possibilità di fare anche altre?

Lavorando solo su una o due tipologie di cause perdo la possibilità di fare anche altre?

Assolutamente no, questa è la classica risposta che ci viene fornita quando abbiamo il primo incontro con un avvocato. La risposta corretta è invece che lavorando su una tipologi a bene precisa di cause (ad esempio solo sul diritto commerciale o di famiglia) non si ha il tempo di farne altre in quanto aumenterà esponenzialmente la richiesta da parte di potenziali clienti bisognosi del settore in cui tu sei "specializzato". Verrai visto come lo specialista e quando un cliente ti contatterà avrà già compreso la tua professionalità specifica e unica e su questa baserà la sua scelta.

La specializzazione , come in tutti i campi, porta solo a grossi benefici. Basti pensare che è da un pò di tempo che anche i produttori di acqua si stanno specializzando su diverse tipologie:
  • acqua povera di sodio
  • acqua per la ritenzione idrica
  • e quella più digeribile
ma alla fine è sempre acqua. Anche loro hanno capito che per vendere di più hanno bisogno di "specializzarsi" e quindi anche per te, caro avvocato, è arrivato il momento di trovare una specializzazione e differenziarti.

Anche tu sei un avvocato con una specializzazione e vuoi raccontare la tua storia?

Compila il form sottoriportato cercando di essere il più preciso possibile e ti ricontatteremo nel più breve tempo possibile e magari la pubblicheremo su questo blog.

Trovi interessanti i nostri articoli?
Se desideri ricevere i prossimi articoli ed essere informato sulle nostre future iniziative, iscriviti subito alla newsletter lasciando il tuo nome e la tua email
 
Grazie della fiducia :)
 
 
Rimani aggiornato sulle novità del marketing
Non ti sei ancora iscritto alla nostra newsletter? Così ti perdi l'opportunità per rimanere aggiornato sulle ultime novità riguardanti il web marketing specifico per gli avvocati.
Bastano pochissimi secondi, lascia la tua email, il tuo nome e il gioco è fatto.
 
Grazie della fiducia :)