Un avvocato può fare pubblicità? Scopriamo come fare

un-avvocato-puo-fare-pubblicita-scopriamo-come-fare

Un avvocato può fare pubblicità? Scopriamo come fare rispettando le regole deontologiche

Se per molti avvocati parlare di pubblicità del proprio studio legale risulta come una pratica svilente ed immorale nei confronti della propria professione, ad altri, più giovani, viene in mente un qualunque Saul Goodman, noto macchiettistico avvocato main stream delle serie tv, con il suo look improbabile e le sue, tutt'altro che sobrie, trovate pubblicitarie; questo articolo sarà risolutivo nei confronti di molti pregiudizi legati al connubio pubblicità-avvocatura per i motivi di cui si dirà. La pubblicità per un avvocato è non soltanto un vantaggio, totalmente legale se seguendo i giusti criteri, ma soprattutto un'opportunità.

Il codice deontologico forense e la pubblicità

Prima di entrare nel merito della questione sarà necessario ricordare che, sulla base di quanto stabilito dall'articolo 35 del Codice deontologico - approvato nel gennaio del 2016, proprio dal Consiglio nazionale Forense - sarà possibile per un qualunque avvocato poter usufruire dei benefici della pubblicità verso il proprio nome o studio legale, a patto di seguire le giuste norme e non uscire fuori dai limiti concessi dallo stesso Codice deontologico.

Ovviamente muoversi nei termini concessi dalla legge per un avvocato sarà un dovere anzitutto morale, quindi si invita a ponderare le proprie scelte sulla base del rispetto, in primo luogo etico, verso la dignità e la riservatezza della professione, evitando strategie di marketing grossolane ed irrispettose. La pubblicità serve soltanto per informare e deve farlo in modo veramente chiaro ed efficace mantenendosi in primo luogo nei limiti della veridicità.

Farsi pubblicità proponendo il falso, o addirittura denigrando la concorrenza è assolutamente vietato: la pubblicità dovrà essere priva di qualunque traccia di comparazione tra il proprio studio ed i propri servizi con quelli della concorrenza. Inoltre, sarà fondamentale evitare ogni forma di equivoco e di suggestione: le informazioni possono essere facilmente fraintese qualora il messaggio fosse poco chiaro o addirittura indirizzato verso una lettura volutamente ambigua, il limite tra la legalità e l'illegalità potrebbe essere molto sottile.

Ingannare i propri clienti è un reato, in qualunque forma accada, quindi la chiarezza e trasparenza vengono prima di tutto.

Cosa si può inserire nella pubblicità?

Stabiliti i limiti in cui poter operare, prima di ragionare sui mezzi della comunicazione, sarà necessario capire anche quali informazioni possano essere rese note all'ipotetico cliente per la pubblicità. Ovviamente il nome dello studio legale, ed eventualmente anche quello degli avvocati che vi operano, sarà prioritario: è possibile creare un logo, una grafica accattivante, in base al mezzo in cui la pubblicità giungerà al pubblico. Indirizzi e sedi, come per una qualunque pubblicità di un privato, sono informazioni necessarie ed utili, come ovviamente lo sono eventuali contatti di vario tipo.

Possono essere poi aggiunte delle informazioni aggiuntive. Prima di riflettere su queste sarà fondamentale ricordare alcuni principi di base di comunicazione e marketing. La comunicazione varia in base al mezzo, talvolta il mezzo stesso è il messaggio: si dovrà tener conto della mole di informazioni da offrire in base ai tempi di fruizione, alla possibilità di consultazione da parte del pubblico ed all'immediatezza della comunicazione. Per fare un esempio, un biglietto da visita non potrà contenere le stesse informazioni di una pagina web, come anche una pubblicità su un social network dovrà essere d'impatto e sintetica e contenere il link all’eventuale sito con informazioni di approfondimento.

Tornando al discorso precedente, ponendo come esempio il sito del proprio studio legale, sarà utile per un visitatore avere notizie ulteriori, come l'ordine presso cui sono iscritti i dipendenti dello studio legale, eventuali specializzazioni in alcuni settori e l'ambito di esercizio, conoscenza di lingue straniere o diplomi ottenuti.

Si sarà ben inteso che tali informazioni dovranno essere anzitutto corrispondenti alla realtà, assolutamente non fuorvianti ed avere solo scopo informativo . Presentare accanto al nome del proprio studio le competenze dello stesso, non solo sarà lecito ma rappresenta un vantaggio tanto per i clienti quanto per lo studio medesimo.

Perché la pubblicità "è un dovere" per un avvocato

O meglio "perché la pubblicità è un dovere verso sé stessi". Il motivo è molto semplice: il mercato degli avvocati è saturo, e per quanto non piaccia a nessuno definire la propria professione come una mera merce di scambio, sarà fondamentale, in particolare per quei piccoli studi legali in crescita, ritagliarsi uno spazio e una certa attrattiva.

Attirare l'attenzione proponendo le competenze specifiche di uno studio legale, che annovera tra i suoi avvocati professionisti altamente specializzati e titolati in alcuni particolari campi, sarà un buon modo per arrivare direttamente al cliente che proprio di quelle specifiche prestazioni avrà bisogno .

Il web soprattutto offre immense possibilità di comunicare, se ne può beneficiare in totale legalità, ovviamente a patto di informare e non truffare i propri possibili clienti

Domande frequenti

Sei sicuro di poter lavorare, ancora e solo, di passaparola per acquisire nuovi clienti?

Sei sicuro di poter lavorare, ancora e solo, di passaparola per acquisire nuovi clienti?

Nonostante la percezione diffusa che il settore legale viva ancora solo di strumenti commerciali tradizionali, i clienti che hanno bisogno di un avvocato cercano, si informano e trovano le soluzioni ai propri problemi sul web. Esattamente come fai ogni giorno anche tu.

La concorrenza è sempre più agguerrita e il tempo sempre minore.
Ad esempio cercando “avvocato a Milano” ci sono 860.000 pagine che parlano di avvocati a Milano tuoi potenziali concorrenti su Google; oltre 1.320.000 a Torino.

La rete è diventata uno dei principali veicoli di ricerca e di informazione.
Non tutti hanno un avvocato o un amico a cui chiedere consigli. Ad esempio “avvocato divorzista milano” viene ricercato su Google, di media, 500 volte al mese. Perchè non raggiungere anche questi clienti sul web con una corretta strategia di marketing?

Perchè dovrei lavorare solo su un ambito ben preciso ?

Perchè dovrei lavorare solo su un ambito ben preciso ?

Perchè così come in moltissimi altri ambiti, si diventa lo “specialista” e il “punto di riferimento” nella propria città.

Quando un cliente potenziale avrà un problema, troverà solo te come soluzione efficace e migliore per la sua esigenza.

Quando ti contatterà avrà già compreso la tua professionalità specifica e unica e su questa baserà la sua scelta, e non più solo ed esclusivamente sul prezzo.

Lavorando solo su una o due tipologie di cause perdo la possibilità di fare anche altre?

Lavorando solo su una o due tipologie di cause perdo la possibilità di fare anche altre?

Assolutamente no, questa è la classica risposta che ci viene fornita quando abbiamo il primo incontro con un avvocato. La risposta corretta è invece che lavorando su una tipologi a bene precisa di cause (ad esempio solo sul diritto commerciale o di famiglia) non si ha il tempo di farne altre in quanto aumenterà esponenzialmente la richiesta da parte di potenziali clienti bisognosi del settore in cui tu sei "specializzato". Verrai visto come lo specialista e quando un cliente ti contatterà avrà già compreso la tua professionalità specifica e unica e su questa baserà la sua scelta.

La specializzazione , come in tutti i campi, porta solo a grossi benefici. Basti pensare che è da un pò di tempo che anche i produttori di acqua si stanno specializzando su diverse tipologie:
  • acqua povera di sodio
  • acqua per la ritenzione idrica
  • e quella più digeribile
ma alla fine è sempre acqua. Anche loro hanno capito che per vendere di più hanno bisogno di "specializzarsi" e quindi anche per te, caro avvocato, è arrivato il momento di trovare una specializzazione e differenziarti.

Vuoi avere maggiori informazioni? Contattaci subito

Siamo degli specialisti e cureremo la tua strategia personalmente, NIENTE STAGISTI, ma per questo motivo possiamo seguire solo 4 progetti al mese (incluso il tuo).
 
Prenota ora una call gratuita conoscitiva di 30 minuti, compilando questo modulo. Ti ricontatteremo nel più breve tempo possibile e per te nessun obbligo.
Trovi interessanti i nostri articoli?
Se desideri ricevere i prossimi articoli ed essere informato sulle nostre future iniziative, iscriviti subito alla newsletter lasciando il tuo nome e la tua email
 
Grazie della fiducia :)
 
 
Rimani aggiornato sulle novità del marketing
Non ti sei ancora iscritto alla nostra newsletter? Così ti perdi l'opportunità per rimanere aggiornato sulle ultime novità riguardanti il web marketing specifico per gli avvocati.
Bastano pochissimi secondi, lascia la tua email, il tuo nome e il gioco è fatto.
 
Grazie della fiducia :)